Carta Conto N26

Caratteristiche

  • Emittente:
  • Tipo:
  • Circuiti:
  • Costo: Gratis
  • Canone: Gratis
  • Plafond: Illimitato
  • Limite di Spesa: 5000 euro al giorno
  • Limite di Prelievo: 2500 euro al giorno
  • Compatibile Apple Pay: Si
  • Compatibile Google Pay: Si
  • Contactless: Si
carta conto n26

La Carta Conto N26 è una carta prepagata con IBAN di Banca N26, una banca tedesca che lavora principalmente online.

Sta diventando sempre più popolare grazie alle possibilità di avere una carta di credito del circuito Mastercard e contemporaneamente un IBAN che permette di usarla come un conto corrente bancario.

Mentre normali carte di credito prepagate, che non sono collegate ad un conto corrente e non hanno il nome del titolare stampato sulla card, la carta N26 ha un conto corrente collegato alla carta, che ha la funzione di deposito e che permette di fare le operazioni tipiche dei conti correnti come bonifici e domiciliazioni.

La carta N26, oltre alla versione base è disponibile anche nella versione carta N26 Black e carta N26 Metal.


Come funziona la carta N26

La carta N26 ha una doppia vita, da un lato è una normale carta di credito prepagata, dall’altro è semplice conto corrente bancario.
A differenza delle normali carte prepagate, che sono collegate ad un conto corrente bancario, la carta N26 non è collegata ad un conto corrente, ma ha un codice IBAN che la identifica.

Come tutte le carte prepagate anche la carta N26 ha bisogno di essere caricata con il denaro.
Denaro che poi può essere usato per fare acquisti in tutti i negozi aderenti al circuito Mastercard.
In più possono essere effettuati prelievi dagli sportelli Bancomat in Italia o ATM all’estero.

Con la carta N26 si possono fare le seguenti operazioni:

  • effettuare pagamenti in italia e all’estero
  • effettuare pagamenti online in tutta sicurezza
  • effettuare prelievi Bancomat e ATM
  • impostare i limiti di prelievo e spesa giornalieri

Per ognuna di queste operazioni si riceve un SMS di notifica, sia per gli acquisti che per i prelievi.

Invece con l’IBAN possono essere fatte le normali operazioni che si fanno con un conto corrente bancario.
Perciò è possibile effettuare e ricevere bonifici e pagamenti.
Inoltre, grazie ai servizi offerti dalla carta N26, si può far accreditare lo stipendio e si possono addebitare le domiciliazioni delle bollette per le utenze di casa.
Inoltre si possono addebitare i pagamenti di finanziamenti sul conto di carta N26 senza costi aggiuntivi.

La gestione della carta è possibile tramite l’home banking di Banca N26, come se fosse un normale conto corrente, ma il vero punto di forza è l’app per smartphone, dalla quale è possibile eseguire ogni tipo di operazione sia sulla carta che sul conto corrente.

L’App di Carta N26 è disponibile gratuitamente per Android, iOS e Windows Phone.


Come richiedere carta N26

La richiesta della carta N26 si può fare direttamente dal sito web di N26.
Grazie a internet non c’è bisogno di firmare nulla e non bisogna andare in una filiali di banca.
Infatti per capire come richiedere la carta N26 bastano pochi minuti ed una connessione ad internet.

Una volta arrivati sul sito bisogna inserire indirizzo email e paese di residenza.
Il passaggio successivo è una video chiamata con il referente.
Per proseguire con la richiesta di carta N26 vi sarà chiesto di farvi una fotografia, un selfie in pratica, e una foto del vostro documento di identità.
Il documento ovviamente deve essere valido.

I documenti di identità accettati da carta N26 sono la carta d’identità, sia quella vecchia di carta sia quella nuova, ed il passaporto.
Gli altri tipi di documenti di identità non sono riconosciuti per richiedere la carta conto N26.

Terminata questa fase si passa a selezionare la carta N26 da richiedere.
Ci sono 4 tipi di carte N26:

Una volta scelta la carta N26 che preferite, e quindi anche il conto N26, la banca N26 si occuperà di inviarvi via posta la vostra carta prepagata N26.

Quando vi arriverà la carta potrete accedere sia al sito dell’home banking che all’app con le vostre credenziali, dove potrete vedere dalla lista dei movimenti fino alla disposizione dei pagamenti.

É importante sapere che prima di effettuare la prima ricarica sulla carta N26 dovrete ricordarvi di attivarla tramite App su smartphone o sul sito N26.com.
Per attivare la carta bisogna cliccare l’apposita voce sul menu dell’app per smartphone, oppure nell’area riservata del sito di banca N26.
Seguendo le indicazioni e terminata la procedura di attivazione della carta potrete eseguire la prima ricarica sulla carta N26.


Come ricaricare carta N26

Purtroppo in Italia non ci sono tutte le possibilità di ricarica che ci sono in Germania, dove ha sede N26.
Questo significa che i modi di ricaricare la carta N26 in Italia sono pochissimi?
Assolutamente no!

Se vuoi sapere il modo più semplice di come ricaricare la carta N26 allora dobbiamo parlare di bonifici.
Un bonifico nel nostro caso è un trasferimento di denaro utilizzando l’IBAN.
E non serve avere per forza un altro conto corrente bancario per ricaricare la vostra carta N26.
Potete usare tutti i servizi che fanno bonifici verso IBAN, tra i quali il più conosciuto è sicuramente PayPal.


Ricaricare carta N26 da PayPal

La procedura per ricaricare la carta N26 da PayPal è abbastanza semplice, basta selezionare il trasferimento di denaro al proprio conto bancario.
Ecco la procedura da seguire per trasferire denaro da PayPal alla carta N26:

    • Fai login con il tuo account su PayPal
    • Clicca su Il Mio Conto
    • Clicca su Preleva
    • Clicca su Trasferire denaro al tuo conto bancario
    • Inserisci ora l’IBAN della carta N26, compila il resto dei campi e poi clicca su Continua
    • Sulla schermata di controllo assicurati che i dati che hai inserito siano corretti, clicca su Conferma

Per eseguire questa procedura il nome dell’intestatario del conto su PayPal deve essere esattamente lo stesso dell’intestatario della carta conto N26.
Una volta inviata la richiesta di trasferimento denaro da PayPal a carta N26 dovrai aspettare 3 giorni lavorativi per avere la somma sulla carta N26.
IMPORTANTE: l’operazione di trasferimento denaro sul proprio conto bancario da PayPal non può essere annullata.


Ricaricare carta N26 da bonifico

Il modo più utilizzato per ricaricare carta 26 è quello di depositare i soldi utilizzando un bonifico verso l’IBAN del conto associato alla carta N26. 

Una volta effettuato il deposito sul conto oppure si disponga già della cifra sul conto N26, dall’applicazione dello smartphone basta cliccare sulla voce ricarica e impostare l’importo desiderato. In breve tempo la somma sarà disponibile sulla carta e potrà essere spesa a proprio piacimento. Va tenuto presente in ogni modo che con N26 sono disponibili trasferimenti di denaro con MoneyBeam e con bonifici internazionali.

In questo modo il titolare della carta o altre persone che debbano dargli del denaro possono tranquillamente effettuare le transazioni verso il conto con IBAN tedesco, fornito all’atto dell’apertura. Una volta ricevuti i soldi possono essere gestiti tramite l’app sul proprio smarphone e quindi si può ricaricare la carta e mettere a disposizione per i futuri pagamenti l’importo desiderato.


Quanto costa carta N26

Il costo di carta N26 è gratuito per quel che riguarda la richiesta della carta prepagata e dell’apertura del conto associato.
Ma non sarebbe giusto pensare che non ci sono altre spese da affrontare.
Dato che parliamo di una banca tedesca lo stato ci obbliga a pagare un’imposta di bollo per chi tiene un conto all’estero.
E questo è proprio il nostro caso.


Quanto costa l’imposta di bollo

L’imposta di bollo che ci troviamo a dover pagare è di 34,20 euro.
Va pagata per tutti quei conti in cui si tengono più di 5.000 euro, calcolati sulla giacenza media del conto.
Al di sotto dei 5.000 euro, calcolati in base alla giacenza media del conto, si è esentati dal pagare l’imposta di bollo.


Gli altri costi di carta N26

Per un uso normale la carta non ha costi.
Ci sono invece dei costi che vanno considerati per chi la usa all’estero, oppure per alcune operazioni sulla carta N26 che possono essere richieste dal cliente o dalla banca N26.
Vediamo quali sono.

Prelievi in altra valuta

Per i prelievi fatti in monete diverse dall’euro c’è una commissione dell’1,7% sulla somma prelevata.
In pratica ogni 100 euro si paga 1,70 euro, per 200 euro diventano 3,40 euro e così via.

Rifiuto per copertura insufficiente

Un altro costo si ha in caso di rifiuto di riscossione per mancanza di copertura finanziaria.
Questa cosa succede quando ci sono pagamenti ma non ci sono soldi sufficienti sulla carta.
In questo caso si può chiedere di inviare la documentazione relativa, così da capire come è potuto accadere.
Questa operazione costa 3 euro ad ogni richiesta.

Carta sostitutiva

In caso di perdita della carta N26 o nel caso si rompa si può chiedere una carta prepagata sostitutiva.
Se la carta si rompe per colpa del cliente allora per ricevere la nuova carta N26 bisogna pagare 10 euro.
Inoltre c’è la possibilità di ricevere la nuova carta prepagata nell’arco di massimo 3 giorni, ma questa spedizione costa un extra di 25 euro.


Limiti di prelievo e pagamenti di carta N26

Come abbiamo detto la carta conto N26 è sia una carta di credito che un conto corrente.
Questo vuol dire che ci sono limiti diversi a seconda di cosa si utilizza.
Infatti i limiti sulle operazioni di carta N26 sono diversi se la si utilizza come come carta da quelli che si hanno se la si utilizza come conto.

In parole povere tutte le operazioni bancarie, come i bonifici, vengono fatti usando il conto, invece i pagamenti e i prelievi vengono fatti con la carta di credito Mastercard.
Perciò dobbiamo distinguere i limiti del conto da quelli della carta.


Limiti della carta di credito

Se usata come carta di credito prepagata la carta N26 ha i seguenti limiti sui pagamenti e sui prelievi su Bancomat e ATM.
Importante da ricordare che questi limiti possono essere cambiati dall’App per smartphone di carta N26.

Ecco i limiti di prelievi e pagamenti:

    • i limiti sui prelievi giornalieri dagli sportelli Bancomat e ATM sono a 2.500 euro al giorno
    • i limiti sui pagamenti con la carta di credito sono di 5.000 euro al giorno
    • i limiti sui pagamenti con la carta sono di 20.000 euro al mese

Per cambiare i limiti di spesa con la carta dall’App bisogna accedere alla voce di menù “Impostazioni Carta” ed impostare i limiti che si preferiscono.


Limiti del conto

Quando invece facciamo movimenti sul conto corrente dobbiamo ricordarci di che ci sono altri limiti di utilizzo rispetto ai precedenti che si applicano al conto della carta N26.
Vediamo quali sono:

    • i bonifici fatti con MoneyBeam ad un altro conto N26 hanno un limite di 1.000 euro
    • i bonifici fatti con MoneyBeam ad un conto diverso da N26 hanno un limite di 100 euro
    • i bonifici classici hanno un limite giornaliero di 50.000 euro

 

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
Valutazione
Data
Nome
Carta N26 Base
Voto
41star1star1star1stargray